Per una volta non dobbiamo evidenziare che il miglioramento delle nuove Pro V1 e Pro V1x ha un tocco più morbido. Ogni produttore sta li ad evidenziare: più morbido, più morbido, più morbido - ogni volta!
Fortunatamente il principale vantaggio della nuova gamma Pro V1 è un volo più consistente grazie alla migliore realizzazione degli stampi utilizzati per colare le fossette.
La Titleist è una delle poche a fare i loro stampi negli Stati Uniti e poi mandarli nelle loro fabbriche d'oltremare ed usando l'incisione laser si realizzano con maggiore precisione le forme delle fossette.
Il processo di produzione è ulteriormente migliorato ed ora le fossette forniscono un volo più dritto e più consistente rispetto a prima, il che aiuta il controllo della distanza e la precisione.
Il numero e il modello di queste fossette è lo stesso, che come sapete è un tetraedro sferico di 352 fossette sui tre pezzi Pro V1 e 328 sul quarto pezzo Pro V1x.
È necessario partire dal green backwards e iniziare con il chipping e il pitching, le prestazioni della Pro V1 e Pro V1x del 2017 rispetto alle versioni Pro V1 del 2015 sono piuttosto simili. La copertura in uretano dona la presa e il controllo che ti aspetti da una palla da tour premium e soprattutto per l'eccellente durata.
Con il monitor di lancio SkyTrak anche le prestazioni sulla traiettoria sono molto simili, con un leggero guadagno in uscita dalla Pro V1x più stabile e più bassa guadagnando un paio di metri in più rispetto alla versione 2015 e il suo fratello più morbido.
Con i ferri la storia è la stessa, ma con il driver c'era più di una differenza di prestazioni. Entrambe le palline del 2017 sono andati meglio delle versioni 2015 e guardando i numeri per la Pro V1 lo spin è leggermente più basso.
Questo è il principale vantaggio della nuova formulazione di base nella Pro V1, poiché ora ruota di meno e volerà leggermente più in basso rispetto a Pro V1x con i legni e i ferri per rendere la traiettoria più lunga
Il Next Generation 2.0 ZG Process Core della Pro V1 2017 giace sotto uno strato di rivestimento ionomerico e una morbida copertura in elastomero di uretano sotto indicazioni degli stessi giocatori del tour che volevano più distanza ma senza perdere alcun giro sui colpi sul green. La pallina 2017 Pro V1x utilizza la stessa impostazione di base di prima con circa 6 metri in più.
Sembra che non ci sia un cambiamento radicale con le palle Pro V1 del 2017 e che il miglioramento è dovuto più a un modo più preciso di creare ciò che avevano prima nelle fossette. Tuttavia questa teoria dei guadagni marginali nel migliorare i processi a volte può essere più difficile da raggiungere e i miglioramenti della fossetta sono un leggero passo nella giusta direzione.
La Pro V1 ha subito un guadagno marginale in quanto utilizza il nuovo core per ridurre lo spin e abbassa il volo mentre cerca di recuperare il ritardo con Pro V1x.
Si tratta davvero di un ottima prestazione completa della palla e ancora una volta entrambe le sfere Pro V1 hanno la sensazione e le prestazioni a tutto tondo che ti aspetti con la migliore durata nel settore delle palline premium.
Mentre la Pro V1x 2017 ha la stessa costituzione di prima, la Pro V1 suona e si sente un po più morbida rispetto alla versione 2015.

Vuoi provare sul campo queste fantastiche palline? Acquistale a prezzi vantaggiosi!

Condividi: